lunedì, aprile 24, 2006

 

Bischeri a Montecitorio


Donatella Poretti, aretina, penna dell’Aduc, voce di RadioRadicale a Firenze, dirigente della Coscioni dacché c’è (fonte Donvito, padre – e forse da oggi mammo - del di lei figlioletto, dalla mailing list dei radicali toscani), mentre Antonio Bacchi, lastrassignino, segretario della Tamburi dacché esiste e coordinatore regionale di fatto da quel dì, subentrerà subito se la Bonino diventa ministro o a metà legislatura altrimenti. E se questa legislatura dura davvero (vabbè, allora chissà, ma - appunto - chi lo sa) non viene esclusa l’entrata al Palazzo anche di Matteo Mecacci, imprunetino, rappresentante all’Onu del Prt (nonché fondatore del Vecchio Disobbedisco militante, e inattivo disobbedisco - come si vede qua a sinistra - di quello Nuovo e cazzeggione), e/o di Giulia Simi, senese (ma di natali ecuadoregni), docente di Matematica & Qualcheccosa all’Università di Siena, anche lei dalla prim’ora nella dirigenza della Coscioni (fonte Perduca, dalla stessa mailing list).
In quanti partiti ad essere eletti sono (de)i militanti? Insperato premio ad anni di culo fattosi e fino ad oggi mai avuto. Ogni volta che Pannella (come d'altronde fa un altro bell'Ego, vedi commento al post sotto) viene in Toscana dà a chi trova – in mancanza d’altro – di bischeri. Oh chiamali così!


Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us)
Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati

Commenti:

"Allo stato, l'unica certezza è per la Poretti, mentre il Bacchi potrebbe farsi subito la prima mezza legislatura oppure subentrare a meta' alla
Bonino." ri-Donvito su Radicali-Toscana
 
Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link


<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?