domenica, settembre 10, 2006

 

Perversa, eccitata e soddisfatta


Lo sapevo che, alla fine, la più grande delle soddisfazioni non mi sarebbe stata negata. L'ho visto oggi, proprio con le mie deboli ma lussuriose pupille: Veltroni, nel pieno fulgore della notte bianca, alzava al cielo la coppa del mondo, con lo sguardo stupito e appannato di chi ha corso per due ore in campo e non può credere di avercela fatto, di ave centrato il rigore della vittoria. Proprio come se l'avesse vinta lui, la coppa. Splendido, meglio del presenzialismo melandresco. Veltroni, Veltroni è sempre un'altra cosa, una più profonda soddisfazione. Ero tutta eccitata: ammirarlo così, come avevo sempre sognato e mai osato chiedere, proprio mentre i soldati italiani arrivano in Libano, la democrazia israeliana è seriamente minacciata, il presidente iraniano sogna rivoluzioni islamiche mondiali, permanenti e atomiche, la crisi economica impazza. Mentre il mondo si agita e nella notte bianca romana si suona Mozart con il sottofondo dei fuochi d'artificio ( grazie TG che mi hai fatto vedere anche questo), lui, Walter, è lì, sublime e sereno, ad abbracciare coram flash dei giornalisti la coppa del mondo.
E' stato stupendo, sarà fantastico.


Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us)
Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati

Commenti:

Il Blog non ha bisogno di "quote rosa" e gode di ottima salute! W le tre Dissobediskava
 
Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link


<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?