lunedì, giugno 05, 2006

 

Meglio che nulla, satiagrà classico senza cornetto e senza crema


Che cosa c'è di meglio per cominciare una settimana di merda di un fantastico sciopero classico della fame per la legalità? Erano ormai quasi due mesi che ogni mattina svegliandomi mi doleva il vulnus degli otto senatori mancanti, che, poi, sarò sincera, a me dolgono i quattro della rosa nel pugno e massimamente Pannella e Bernardini.
Erano cinquanta lunghi giorni che attendevo l'atteso giorno nel quale Marco ci avrebbe strinto a coorte e organizzati a transumanar ancora perchè vuoi mettere la meraviglia da che sei un morto di fame per miseria o per ignavia o per pigrizia o perché hai il frigorifero deserto puoi diventare un morto di fame per la legalità e per la vita del diritto e il diritto alla vita?
E, ecco, finalmente, da oggi si sciopera e sarebbe più esatto dire sciopero dell'appetito che della fame, per gli otto senatori e per la calendarizzazione parlamentare dell'amnistia e indulto, per aiutare il povero mastella clemente, che chissà come e quanto è stato contento quando l'ha saputo, che noi radicali classici lo sostenevano gandianamente contenti di un cappucino!
Questo sproloquio mattutino è già durato abbastanza, ora vado a satiagrare... e ricordate, in più si è a digiunare e più ci si diverte.
L' immagine è tra quelle disponibili sul pc ddi'mmi figliolo, la prossima volta farò meglio, intanto si può dire che rappresenta il polverone che si solleverà con la forza della verità del satiagrà il tutto senza la mamma come dice l'uomo Sammontana allo stadio

Etichette:



Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us)
Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati

Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link


<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?