venerdì, febbraio 02, 2007

 

Malbela lingvo/1

Una macchinetta digitale che non ti porti a giro per appuntarti le immagini come fai con le frasi sul taccuino è inutile come una lingua che nessuno parla ma - la potenza la potenza, c’è chi la preferisce all’atto. E insomma oggi non ho fotografato una bella scritta su un muro, che inneggiava alla liberazione di non so quale noglobal (e vabbè) ma per farlo apostrofava i suoi interlocutori così: “Compagni/e!”. Sic.
L’esperanto è una lingua artificiale “a posteriori”, è stata creata cioè non con la pretesa di racchiudere lo scibile umano o magari ultramondano nei propri giri di frase, ma col modesto intento di essere una lingua d’uso abbastanza facile da imparare perlomeno dai madrelingua indeuropea, con una grammatica senza irregolarità e un lessico un po’ latino, un po’ germanico, un minimo slavo. (Alcune sfrondature grammaticali, in realtà, sono invenzioni non prive di genio: vedi la tabella dei participi - degna del greco classico! ma modero gli entusiasmi e ne riparlo in un altro Malbela lingvo/...). Quando si trattò di sistemare i generi, perciò, a Zamenhof non parve vero di poterci mettere il neutro e amen - e se lì si fosse fermato- e invece no, perché il Doktoro Esperanto (locuzione, vi parrà strano, difficilmente traducibile - il cui significato sta più o meno a metà fra “dottore speranzoso” e “dottor Speranza”) decise di reintrodurre il femminile come genere derivato - il che, avesse dovuto chiamar per titolo una collega, avrebbe fatto sì che costei venisse apostrofata con un Doktorino. Ora, con tutti i casini che comporta la millenaria stratificazione semantica in parole uguali se al femminile piuttosto che al maschile (che? la Rita è la nostra “segretaria”?)-perché Dok, perché ti sei voluto rimettere fra i piedi quella zeppa? perché ci hai voluto fotografare ancora una volta nella stessa posa in cui veniamo così male?


Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us)
Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati

Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link


<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?