venerdì, maggio 19, 2006

 

Emmy & Emma


Sentivo al dibattito al Senato di ieri, certo Senatore Baldini di Forza Italia, che ricordava il Principio di Indecidibilità del Risultato Elettorale (forse una nuova formulazione del Teorema di Gödel?). "Oggettivamente, noi oggi non possiamo dire chi effettivamente ha vinto e chi ha perso, l'esiguo scarto di voti rispetto al numero altissimo di voti nulli e contestati avrebbe dovuto imporre un atteggiamento più equilibrato..."
La Sinistra non consapevole della antinomia di avere vinto e contemporaneamente perso le elezioni ha ritenuto di dover governare ed eleggere un Presidente della Repubblica, seppur migliorista, "organico alla storia del vecchio Partito Comunista Italiano, all'epoca solidale e sodale con i partiti comunisti fratelli, quando si baciavano sulla bocca..."
Quando si incontravano si baciavano non sulla guancia, sulla bocca.

Mi immagino la scena di queste riunioni di baci sulla bocca fra comunisti, ma è una critica politica?
Chi avrà baciato sulla bocca il nostro Presidente?

Che toni alti al Senato della Repubblica... dove il Presidente Cossiga è intervenuto per invitare a scrivere correttamente un (nome e) cognome su una scheda, ricordando che più di tutto uccide il ridicolo.



Fa ridere, ed irrita allo stesso tempo. Questo non riconoscere un esito elettorale sarà malafede o ignoranza di matematica e statistica? Quando si hanno grandi numeri non aumenta l'incertezza del risultato, diminuiscono invece le fluttuazioni percentuali, in modo proporzionale alla radice quadrata del numero dei voti. Se il Paese è spaccato a metà e ci sono un milione di voti annullati, ammesso e non concesso che tutti questi cittadini abbiano voluto votare e non semplicemente annullare la scheda, avremmo il 50% dei voti ad ognuna delle coalizioni con una differenza massima dell'ordine di qualche migliaio di voti. Per contestare una vittoria di 25000 voti bisogna ammettere che la stragrande maggioranza degli scrutatori sia stata di parte e disonesta. Strana congiuntura, ma allora se la prendano con il loro Ministro dell'Interno.

Parlando di matematica, un famoso teorema che collega la Simmetria della Natura alle Leggi di Conservazione (dell'Energia ad esempio) è dovuto al matematico Nöther (1905). E' fondamentale sia nella fisica classica che nelle teorie più moderne della fisica delle particelle. La sua portata è così universale che Einstein lo definì un "monumento del pensiero umano."
Sapete come si chiamava quel matematico?

Emmy

Chiamata a Gottinga dal grande David Hilbert riuscì, nonostante fosse una donna, ad avere un posto di insegnante (non pagato).

Penso ad Emma Bonino, leader del Cartello Elettorale RNP, che non era adatta a fare il ministro della difesa perché troppo pacifista e nel contempo troppo interventista.
Prendere o lasciare, pare gli abbia detto quello che è appena meglio di quell'altro che l'ha chiamata protesi.
Per fortuna non ha lasciato. Saranno sempre più quelle che salgono per competenza ed esperienza e non per quote rosa o appartenenza all'oligarchia.


Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us)
Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati

Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link


<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?