venerdì, aprile 07, 2006

 

Domina Sapiens


Meglio fascisti che froci? Chi l'ha detto? Se ci fossero più finocchi e meno fascisti la vita qui sarebbe migliore.
Questo è sicuro.
E ora, dice pv, stuprare una donna e fumare uno spinello sono puniti allo stesso modo dalla nostra legislazione. E nell'immaginario maschile di questo paese, assumere la pillola del giorno dopo, equivale a massacrare un bimbo di un anno e mezzo.

Pare che valga una legge: "qualsiasi cosa è uguale a qualsiasi altra cosa." Viviamo una realtà virtuale, in cui quello che è vero è una questione di interpretazione. Perfino i numeri dell'economia e della ricerca diventano della materia di cui son fatti i sogni. Con buona pace di Financial Times (Grazie Braccini), The Economist, Newsweek, Nature (grazie Beppe Grillo) e anche dell'Istat nostrano.

Invece i pervertiti, contro cui fare le crociate, sono questi kinky della copertina del libro. Qui l'autrice, tramite uno studio scientifico durato venti anni, tratta di un "pensiero dominante" maschile, il desiderio travolgente di adorare una Donna-Dea.
Il che mi fa pensare che nella società nord americana siano un attimo più avanti di noi nel riscrivere il rapporto uomo-donna.
Ancora tutto sbagliato? La cosa più bella sarebbe avere una compagna di vita, la nostra migliore alleata accanto, piuttosto che una padroncina.
Io comunque preferisco di gran lunga Leopold von Sacher-Masoch a Donatien Alphonse François de Sade, che, comunque, era un signor intellettuale del secolo dei lumi in confronto alle bestie che si vedono in giro oggi.


Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us)
Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati

Commenti:

Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link


<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?