lunedì, marzo 06, 2006

 

Pisserville


Nicole Kidman in Dogville. Any copyrighted material on these pages is used in "fair use" for the purpose of study, review or critical analysis only, and will be removed at the request of copyright owner(s).
FICTION
Corre voce che il regista sadico Lars von Trier , dopo Dogville e Manderlay, stia meditando uno script su un argomento del tipo Italiani Brava Gente.

Certo non si può pretendere che devasti con il suo sarcasmo pieno di amarezza sempre e solo la società statunitense.

Pisserville sembra una città dei film di Frank Capra, con la modifica che gli abitanti non sono né buoni né altruisti. Nei quartieri alti sono invece convinti di vivere in un film di Disney, dove tutto è a posto e rassicurante come le scenografie dei varietà televisivi. La chiesa è infallibile e la domenica si va a messa vestiti a festa e poi si comprano le pasterelle. I problemi del mondo si risolvono con carità, beneficenza e volontariato. C'è un certo disinteresse per la politica: "Tanto son tutti ladri." Qualcuno di noi è convinto che i neri stanno male "perché fanno troppi figli,'' qualcun altro che l'Aids e' stato un dono si Dio agli omosessuali. Insomma se ci fosse meno libidine in Africa ed altrove andrebbe tutto a gonfie vele.

D'altronde nei quartieri popolari prima si attendeva l'avvento messianico di non si sa bene quale comunismo, adesso abbiamo un comunismo un po' minimalista. Mi ricorda sempre il Sindaco Peppone che è un mangiapreti stalinista, ma che poi, per superare l'esame di quinta elementare, si fa passare il compito scritto da Don Camillo.
Adesso non c'è Stalin ma Castro sì e Che Guevara dappertutto, e per distogliere la gente da quello che si sta facendo e non si sta facendo si eleva la nobile arte della politica al rango di Bar dello Sport, alla discussione di chi ha le mani più grondanti di sangue, ai pochissimi ammazzati e torturati del regime cubano rispetto agli altri regimi (filo-statunitensi?) dell'America Latina. Come dire, ma volete cercare il pelo nell'uovo?

Una cosa però abbiamo in comune tra Morlock ed Eloi. I nostri figli sempre più ignoranti e sbandati. Guardano una televisione sempre più idiota. Le università sono diventati licei. I licei Kindergärten.

Il coraggio consiste sempre meno nell'affrontare un rischio calcolato, e sempre più nella conta di quanti puoi opprimere impunemente, prima di trovarne uno più forte, di cui diventare servo.

La nostra fede non sposta le montagne, è un contenitore pieno di simboli cervellotici ed insulsi, come la Prioria del Vittoriale.


Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us) Attiva le categorie (Del.icio.us)
Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati Ping a technorati

Commenti:

la televisione non è sempre più stupida (quella generalista, forse, ma anche quella direi che è spazzatura a livello standard da sempre), e quest'osservazione dà una coloritura di qualunquismo a un post che per il resto il tuo Fuehrer giudica pieno di garbatissima verve

p.s. perché questo cavolo di blog oggi non mi si visualizza? voi non avete lo stesso problema?
 
Posta un commento

Link a questo post:

Crea un link


<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?